Dieta ed energia con l'Aloe Vera

Oggi voglio parlarvi della mia esperienza personale, appena iniziata, con la semplicissima bibita all'aloe vera. Tutti voi conoscerete già le tante proprietà dell'Aloe Vera e non intendo fare un post per decantarle ulteriormente, anche perché il prodotto di cui faccio uso non è un integratore ad alta concentrazione da dosare, ma la semplice bibita reperibile con facilità in molti negozi sotto casa o su amazon.
Anche se questo prodotto lo utilizzo da pochi giorni sono già così entusiasta che desidero iniziare a condividere la mia esperienza, implementandola nel tempo con i dovuti aggiornamenti per monitorarla sul lungo periodo.
Sono sempre in cerca di energie alternative, i miei ritmi lavorativi negli ultimi mesi sono diventati ancora più pesanti di prima e se al lavoro riesco a dare il 100% quando torno a casa, di sera, sono distrutta. La tentazione è quella di comprare cibo già pronto e rilassarsi a tavola con la famiglia gustando preconfezionati accompagnati da un paio di bicchieri di vino per concedersi, finalmente, quella meritata pausa di relax. Risultato? Dopo cena sono più stanca e appesantita e non riesco a fare altro che  buttarmi sul divano per addormentarmi davanti a un film. Considerando che questo è l'unico tempo che riesco a passare in famiglia... mi sembra di sprecarlo!
Due estati fa avevo scoperto il guduchi naturale e ne ero rimasta entusiasta perché mi aveva dato una nuova, grande, carica di vitalità. Per quanto ancora lo utilizzi (in ufficio ne tengo sempre un roll-on) devo ammettere che i suoi benefici sono maggiori con il caldo, mentre d'inverno tende a essere meno incisivo. E probabilmente, con un utilizzo troppo prolungato, tende a dare assuefazione e a non esprimersi più in modo irrompente.
Vogliamo dirla proprio tutta? allora devo ammettere che, superati i 40 anni, le energie calano e i problemi aumentano... Ho scoperto che non tollero più i funghi, e quando ne ho parlato ad una mia amica ha alzato le spalle e mi ha detto candidamente... ma che ti pensavi? dopo i 40 diventano veleno...., ho capito che l'appuntamento con la parrucchiera non può più essere trimestrale, inizio a subire lo stress degli eventi troppo affollati in cui occorre soccombere all'andamento lento della massa senza, peraltro, riuscire a vedere nulla...
E per aggiungere la ciliegina sulla torta, quei 4 kg che volevo perdere sono diventati almeno 6 o 7...
Ah si, me l'ha detto anche il medico un paio di settimane fa, gli ormoni iniziano a fare i capricci e bisogna fare attenzione perché in questo periodo si tende a ingrassare con facilità...
Non sono ancora sovrappeso, ma non vorrei arrivarci proprio! Mi basta percepire il jeans più stretto sulla gamba per prenderne consapevolezza....
Beh, io ho deciso che sono troppo giovane per invecchiare e che per natale, quest'anno, voglio regalarmi un abito taglia 44 e non 46.
Quindi nella mia mente avevo già capito i problemi che dovevo risolvere, solo che... mi serviva un aiutino... Perché poi la stanchezza della sera è quella che ti porta a fare sempre gli stessi errori e non a cambiare abitudine...
Circa una settimana fa mia figlia mi porta una bibita all'Aloe Vera. In realtà a lei non era piaciuta e questo l'ha spinta ad essere generosa con me... Io l'ho trovata fantastica! Il gusto è piacevole e rinfrescante, non è una bibita gassata e si trova in due versioni, senza zucchero o con basso contenuto di zuccheri, ma non è la presenza o meno dello zucchero che fa differenza... è il fattore riempitivo.
Ho iniziato a berla prima di cena e a tavola mi sono sentita soddisfatta molto prima del solito. Ho mangiato di meno. Aggiungo comunque che parallelamente ho smesso di bere vino a tavola, sia per il lato dietetico (il vino è calorico) sia perché se bevo vino io tendo a mangiare più del dovuto. E forse non mi serviva quella gratificazione ulteriore da post giornata pesante...
Ho continuato a comprare la bibita all'aloe vera per tutta la settimana, portandomela anche in ufficio, ed è stata una settimana migliore delle precedenti! Sono riuscita a carburare molto meglio, sono riuscita ad approcciare i miei impegni lavorativi con rinnovate energie positive, sono riuscita a dedicarmi maggiormente alle incombenze domestiche, sono riuscita a cucinare con più piacere e a mangiare con gusto, ma meno! Molto meno. Non ho tagliato altri alimenti se non il vino quindi continuo a mangiare pasta e pane, Non peso gli alimenti e non rinuncio al condimento per l'insalata così come non rinuncio al soffritto nelle pietanze più elaborate. Raggiungo prima la sensazione di sazietà e quindi non continuo a mangiare spinta da quel languorino che ti fa tornare al frigo alla ricerca di qualcosa con cui concludere, che sia un pezzo di formaggio o un dolce...
E ho perso il mio primo kg stabile. Stabile, si, perché sappiamo tutti che basta mangiare meno un giorno per vedere già un kg in meno, così come sappiamo che basta esagerare una volta per veder risalire l'ago... Se guardo la bilancia ne vedo più di uno in meno, ma per ora mi concentro su quello che so, effettivamente, di avere smaltito.... perché inizio a non sentirmelo più sulla pelle!
Naturalmente, prima di iniziare a scrivere questo post, senza peraltro farmene condizionare, ho cercato in rete se effettivamente fossero riconosciute proprietà coadiuvanti nella dieta all'aloe vera. E si, ne ho trovato conferma.
Su più di un sito (che non linko, e poi vi spiegherò il perché) si dice che oltre alle doti depurative, l'aloe vera ha la capacità di bruciare il tessuto adiposo. Questo è sicuramente un aiuto ulteriore, ma non seguirei il consiglio che danno di preparare le bibite in casa utilizzandone le foglie... l'aloe vera contiene aloina, una sostanza nata per difendere la pianta dagli attacchi esterni ma dannosa se ingerita, i prodotti che si trovano in commercio sono stati depurati da questa componente e quindi sono  adatti per uso interno, soprattutto se, come me, non siete così fissate con il tutto fatto in casa ma preferite scegliere un prodotto sicuro già adatto all'uso. Le bibite di aloe vera si trovano comunemente e offrono, oltre alla praticità, il vantaggio della gratificazione psicologica. Non si compra la bibita gassata, non si compra la bottiglia di vino o di birra ma si prende la bibita di aloe vera e, siccome è buona, non si ha la terribile sensazione di dover rinunciare a tutto quello che l'ordinario commercio offre per dover passare a preparati da erboristeria da dover poi diluire e soppesare come farmaci.
L'aloe vera è una pianta che molti considerano miracolosa, in grado di produrre numerosi benefici sul corpo, ma in questo post vorrei limitarmi a esaminare quelli che, effettivamente, sto percependo, considerando che comunque ho eliminato ogni bevanda gassata e alcoolica.

Prima settimana di utilizzo:
- ho perso il primo kg stabile
- ho incrementato le mie energie, sia fisiche che emotive
- ho capito che è meglio limitare l'assunzione della bevanda alle ore diurne, smettendo di berla di sera, per non rischiare di sballare il mio ritmo del sonno.
- non ho rinunciato ad alcun alimento e non ho seguito particolari regimi dietetici
- non ho avuto effetti "lassativi" ma ho constatato una maggior regolarità dell'intestino
- ho risparmiato, la bibita all'aloe vera costa meno delle altre bevande a cui ho rinunciato




Seconda settimana di utilizzo:
- Ho perso un altro kg (quota 2 dall'inizio)
- Ho capito che è meglio non berne più di mezzo litro al giorno perchè altrimenti i borbottii della pancia diventano fastidiosi e l'effetto lassativo arriva
- Sono piena di energie e sul lavoro sono una vera macchina da guerra
- Sono talmente di buon umore che ho coraggiosamente detto "taglia" alla parrucchiera che mi ha chiesto conferma tre volte. E questa mattina almeno 5 colleghe, separatamente, mi hanno detto che con questo taglio dimostro 5 anni in meno!


Terza e quarta settimana di utilizzo:
-Ho perso un kg per ogni settimana, quindi sono a quota -4, e mi sono anche concessa un pranzo nelle Langhe, ospite di un produttore di rinomatissimo barolo quindi ho infranto, per un giorno, la mia dieta... ma vi assicuro che ne valeva la pena e comunque un giorno d'eccezione non ha avuto ripercussioni nel mio programma. Ad un mese dall'inizio della dieta sono soddisfatta perché solitamente, persi i primi 2 kg, arrivavo in una situazione di stallo e non riuscivo a perderne altri per alcune settimane. Forse lo stallo arriverà ora ma aver perso 4 kg in una settimana senza particolari rinunce è una bella soddisfazione.  Per il momento mi sono concessa una borsa nuova ma inizio a buttare uno sguardo in più anche sulle vetrine. Ah si magari siete curiosi e ora volete sapere quanto pesavo e quanto peso... e sia, ve lo concedo! Un mese fa pesavo 76 kg e ora 72, per un metro e 75 cm di altezza... Quindi direi che mi mancano altri 4 kg per fare il cambio taglia!
stampa la pagina

Commenti