10 centesimi a opinione su opinioni.it

Da quando bazzico nel web sono sempre stata incuriosita dai siti di guadagno online, ne ho testati parecchi nel corso degli anni, alcuni li ho abbandonati, altri no, opinioni.it l'ho scoperto da qualche settimana e ora mi sono fatta un'idea abbastanza chiara sul suo funzionamento da volervene parlare.

Prima di tutto, non è un sito dove ci si arricchisce, quindi non pensate di arrotondare seriamente lo stipendio con opinioni.it. La remunerazione, per ogni opinione approvata, è di 10 centesimi, questo significa che per arrivare a guadagnare 10 euro ne dovrete scrivere 100.

Il sito: grafica e usabilità
L'iscrizione è semplice, basta andare sulla pagina di http://www.opinioni.it e ci si registra in pochi minuti scegliendo un nick name e indicando la propria e-mail, con cui si confermerà l'iscrizione. Il nick name non potrete cambiarlo quindi decidete prima di iscrivervi se preferite un nome di fantasia o se volete utilizzare i vostri dati anagrafici.
Il sito è molto semplice da usare, la grafica è easy e immediata, il caricamento delle pagine è anche piuttosto veloce rispetto ad altri siti simili. C'è però da dire che spesso si aprono delle pagine di errore, e questo è ovviamente spiacevole e rallenta la navigabilità del sito.

Scrivere le opinioni
Su opinioni.it è possibile scrivere opinioni personali su prodotti commerciali, siti web, servizi, insomma gli argomenti sono veramente sterminati e la possibilità di incrementare il database è facilissima. Se non trovate il prodotto che volete recensire dovete semplicemente proporre un nuovo prodotto, scegliere le giuste categorie in cui quel prodotto si colloca, inserire una fotografia (potete prenderla dal web, purchè non rechi marchi e non sia troppo pesante) e immediatamente dopo potrete scrivere l'opinione. Questo è un vantaggio rispetto ad altri siti analoghi in cui l'inserimento del prodotto è scollegato dall'inserimento dell'opinione, insomma non si perde troppo tempo. E c'è da dire che nonostante opinioni.it sia online già da alcuni anni, i prodotti mancanti sono davvero tantissimi. L'inserimento di un nuovo prodotto non comporta alcun guadagno ulteriore.

Confronti nel web
Il sito che più ricorda opinioni.it è sicuramente ciao.it, questo per la possibilità di inserire opinioni su svariati argomenti e prodotti e poterne trarre un modesto guadagno. Ciao.it però articola la possibilità di guadagno sulla vita della community, non è tanto l'inserimento di un'opinione che genera un introito ma la lettura e valutazione di quell'opinione all'interno della community. Le opinioni su ciao.it, in pratica, valgono di più rispetto a quelle di opinioni.it ma richiedono molto tempo speso per leggere e valutare le opinioni altrui, in modo da inserirsi in quella società virtuale che poi ricambia la lettura e contribuisce a fare guadagnare mezzo centesimo, un centesimo o due centesimi, a seconda della fascia di interesse del prodotto recensito.
Su opinioni.it la community non è realmente presente, leggere, votare e commentare non contribuisce ad aumentare il valore di un'opinione, e questo permette di concentrarsi direttamente sul contenuto, senza disperdere troppe energie. Non essendoci una community non c'è una messaggeria, non ci sono gare a premi o altri meccanismi per aumentare il livello di coinvolgimento degli utenti. 
Insomma se cercate un modo per guadagnare cifre modeste scrivendo opinioni che conoscete senza cercare anche un approccio umano, opinioni.it può fare al caso vostro. Se invece per voi il rapporto umano è fondamentale e oltre al guadagno, comunque modesto, cercate anche di instaurare dei rapporti personali, delle conoscenze virtuali, di passare un po' di tempo, anche se virtualmente, in compagnia, allora orientatevi su ciao.it.
Per quanto riguarda il portale dooyoo, è ormai abbandonato ed è assolutamente inutile continuare a inserire opinioni, il sito non paga e non risponde più da molto tempo, se l'avete trovato in rete cercando forme di guadagno online non sprecateci tempo.

La mia esperienza personale con opinioni.it
Da alcune settimane sto testando il sito di opinioni.it.
Le opinioni "normali", quelle sui comuni prodotti commerciali, devono contenere un minimo di 600 caratteri, in pratica si può scrivere un'opinione usando 3, 4 frasi, ossia non occorre scrivere un trattato. Si scrivono piuttosto velocemente. 
Una volta individuato il prodotto su cui vogliamo scrivere e dopo avere cliccato sul pulsante che permette di scrivere un'opinione occorre scegliere un titolo che riassume l'esperienza, scrivere l'opinione che ovviamente deve essere un contenuto personale e originale, non pubblicato su altri siti tanto per capirci ma "unico", valutare alcuni aspetti richiesti per dimostrare il proprio grado di apprezzamento e concludere indicando se si consiglia il prodotto recensito agli altri o meno.
L'opinione non sarà immediatamente visibile sul web, dovrà essere approvata dallo staff prima di vedersi accreditare sul conto virtuale i 10 centesimi.
E' possile inoltre scrivere opinioni sui locali (ristoranti, bar...) o su altri prodotti con autoapprovazione, c'è un elenco di prodotti e mi pare di capire che siano quelli che più investono nella pubblicità sul web o che siano in cima alle tendenze di ricerca. Non ho ancora testato questa forma di inserimento.

Le opinioni rifiutate
Lo staff non approva tutte le opinioni. I motivi di rifiuto possono essere quelli elencati nella pagina delle faq (opinioni copiate oppure opinioni con troppi errori grammaticali) ma non solo.
Mi sono state rifiutate alcune opinioni con la motivazione errata di aver utilizzato contenuti troppo simili ad altri già pubblicati sul sito. Nello specifico mi avevano rifiutato, nel giro di un minuto, 4 opinioni riguardanti prodotti molto simili tra loro, che però cambiavano per il gusto proposto, e che tra l'altro erano già inseriti nel sistema. Ho chiesto spiegazioni allo staff e dopo uno scambio di e-mail ho capito che cercano di disincentivare gli inserimenti troppo numerosi, soprattutto su prodotti simili:
"il rifiuto può avvenire quando un utente scrive molte opinioni in un breve periodo di tempo (ad esempio decine di opinioni in uno o due giorni) e molte di esse riguardano lo stesso genere di prodotto o categoria (ad esempio 4, 5 o più opinioni consecutive sugli yogurt). Questo per evitare che gli utenti scorretti possano inviare in massa opinioni quasi o del tutto inventate solo per guadagnare il più velocemente possibile."
Il fatto che ci sia un team a curare la qualità del sito è sicuramente positivo, il fatto che utilizzino il rifiuto in modo arbitrario (non è una delle motivazioni elencate nelle faq) mi lascia alquanto perplessa però. Il sito non pone limiti all'inserimento delle opinioni, e non preclude alcune categorie perchè magari già ricche di contenuti, insomma la trasparenza in questo caso viene a mancare, e ritengo che chi sceglie di scrivere lo possa fare nei tempi e nei modi che ritiene più congrui, sfruttando il proprio tempo libero e la propria voglia di farlo. Inoltre dopo aver scritto un'opinione è il sistema stesso a proporre prodotti correlati, per cui è il sito stesso che ti invita a scrivere su prodotti simili. 


Pagamenti
I pagamenti su opinioni.it non vengono considerati dei veri e propri pagamenti ma dei rimborsi spese, si devono richiedere scrivendo una mail allo staff nei primi giorni successivi al mese in cui si sono raggiunti almeno 10 euro. I rimborsi avvengono via paypal. Aggiornerò questo post per confermarvi il fatto che sia pagante (cosa che al momento presumo solo, dalla lettura di altre opinioni e dal fatto che molti utenti scrivono tutti i giorni... se non pagasse verrebbe abbandonato come è accaduto a dooyoo...). Il sito si contraddice un po' però, mentre nelle faq viene ribadito il concetto del rimborso spese, la pagina "lavora con noi", dove di solito vengono riportate le posizioni aperte nella società, invita a scrivere opinioni per guadagnare, quindi lo propone come forma di lavoro. 

Attendibilità del sito e dei contenuti pubblicati
Oltre ad avere inserito opinioni per testarne il lato utente, ne ho lette anche molte per capire l'attendibilità dei contenuti pubblicati. Anche se il sito cerca di porre dei freni per l'inserimento di opinioni inventate ne ho lette alcune che mi hanno veramente  lasciata perplessa.... Quindi non credo che l'attenzione posta ai contenuti inseriti sia così alta come vorrebbero, forse esaminano i nuovi utenti e lasciano campo libero agli utenti presenti già da molto tempo sul sito.

Opinioni.it è sviluppato e gestito da  AlgorithMedia, una società web che mi ha dato l'impressione di essere giovane e dinamica, italiana, e in grado di crescere e svilupparsi bene anche se con qualche limite. Oltre ad opinioni.it l'AlgorithMedia gestisce altri portali,  alcuni già ben sviluppati altri nati da poco, insomma la gestione è made in italy e questo ovviamente ci piace, solo mi chiedo quanto vogliano crescere e quali siano le reali potenzialità del sito perchè le approvazioni avvengono in orario d'ufficio, quindi presumo che la crescita della community debba corrispondere alla crescita dello staff, ma mentre la community ha un costo bassissimo gli impiegati di solito hanno un costo piuttosto alto. Insomma... quanto potrà reggere lo staff di opinini.it se il sito diventasse un reale competitor di ciao, almeno per quanto riguarda la piattaforma italiana? E, soprattutto, quali sono le reali possibilità di sviluppo se poi lo staff stesso disincentiva l'inserimento delle opinioni, rifiutandole senza averle lette solo perchè "tante sullo stesso argomento in poco tempo" dimostrandosi carente in trasparenza e in comunicazione. I contenuti sono il primo valore di un sito, non possono essere trascurati o rifiutati per pigrizia o stanchezza, è come avere una bella auto in grado di raggiungere alte velocità e procedere su un rettilineo con il freno a mano tirato.

Per il momento sto continuando a scrivere opinioni, nei prossimi giorni richiederò il primo pagamento e aggiornerò il post per confermarvi se è realmente un sito pagante e per scrivere le mie conclusioni, tra cui il fatidico... consiglieresti questo sito agli amici, citando opinioni.it stesso?

Aggiornamento del 3 agosto
Ho richiesto il pagamento e mi è arrivato nel giro di poche ore.
Il pagamento può essere richiesto quando si raggiungono almeno 10 euro richiedendolo nei primi giorni del mese successivo a quello in cui si è maturato il credito.
Confermo, come già letto su altri siti del web, che opinioni.it è un sito pagante.

Aggiornamento del 20 marzo 2018
Confesso che dopo aver testato il sito non l'ho più frequentato, 10 centesimi per la stesura di un'opinione sono oggettivamente pochi per investirci realmente tempo... ma oggi ho provato a loggarmi per curiosità, volevo capire se la chiusura di ciao.it aveva spinto gli admin di opinioni.it a fare qualche cambiamento. Già perché per chi non lo sapesse, il sito ciao, sul web da moltissimi anni, ha deciso qualche settimana fa di chiudere i battenti e di sparire nel nulla, lasciando solo qualche traccia della propria esistenza in rare recensioni indicizzate su google, forse destinate a sparire a breve. Forse la concorrenza di Amazon ha monopolizzato il mondo delle recensioni commerciali, e forse l'unica alternativa, più o meno indipendente, è quella dei blog. Perché il blog rispetto a ciao.it e a opinioni.it offre sicuramente molte più possibilità, sia in termini di guadagno che di divertimento, garantendo la massima autonomia. Parlo di indipendenza relativa perchè è ormai noto che molti blog si vendono per un campione o per il bene da recensire, ma state tranquilli, questo accade anche su amazon... 


Sulle recensioni posso dire tranquillamente di avere maturato un'esperienza solida, infatti sono stata per molti anni l'admin review di trivago italia, era mio compito leggere le opinioni, valutarne l'attendibilità e poi decidere se approvarle o meno. Ero terribile nel mio compito, per accertare l'attendibilità di un'opinione avevo sviluppato strategie e finezze degne del più diffidente 007, e oltre agli indizi verificabili ho sviluppato un micidiale sesto senso, credo proprio di aver fatto un buon lavoro, peccato che sia sparito tutto quando anche trivago ha deciso di cambiare strategia e non ha più considerato le opinioni personali come contributi utili. Ma questo è un altro capitolo.

Probabilmente dopo la chiusura di ciao.it, o forse parallelamente, il sito opinioni.it si è reso conto che la spazzatura rischiava di diventare parecchia (da quel che ho letto, il 90% delle opinioni pubblicate sono fini a se stesse, ossia al guadagno dei 10 centesimi) e ora sta cercando di porre qualche limite stabilendo un limite di opinioni pubblicabili in un determinato periodo secondo l'attribuzione dei livelli. I livelli sono decisi da un algoritmo (google in confronto sembra un dilettante...) ed è questo algoritmo che ogni mese decide quanto sei stato bravo e dunque quante opinioni puoi pubblicare il mese successivo. I criteri presi in considerazione presumo siano esclusivamente quelli riportati nell'aggiornamento delle faq, ovvero
I livelli vengono attribuiti sulla base della qualità delle opinioni e dell'interesse generato. Ogni mese l'algoritmo ricalcola il livello degli iscritti che può rimanere invariato, peggiorare, migliorare, sempre in base alla qualità dei contenuti scritti.Per crescere di livello ti consigliamo quindi di scrivere opinioni complete di dettagli e informazioni, su prodotti di uso comune e che altri utenti potrebbero essere interessati a leggere. Devono essere testi UTILI, originali, non generici e ben scritti.

Quindi, ricapitoliamo. Il sito rimborsa 10 centesimi per ogni opinione pubblicata (o meglio, approvata) ma per guadagnare online  più di 10 euro al mese devi essere un autore almeno di livello 1, ossia devi scrivere su argomenti di tendenza in grado di attirare molti lettori, devi scrivere testi dettagliati, contenenti informazioni utili, ben esposti, e originali. Per 10 centesimi chiedono tanto. Ma sono in grado, poi, di indicizzare in un mese argomenti nuovi in modo da valorizzare realmente chi decide di sbattersi per rispettare tutti questi criteri?

Io ho seri dubbi al riguardo. Peccato, opinioni.it poteva implementare la sua piattaforma ricostruendo una community, ossia riproporre il punto di forza che ha reso ciao.it un prezzemolino del web con contenuti spesso molto validi, ma non ha saputo cogliere le potenzialità abbandonate da ciao ed è rimasto fermo sui suoi passi, chiedendo più di prima continuando a dare, nel migliore dei casi, 10 centesimi per 1 opinione. 

Molti vecchi utenti di ciao, con i quali sono in contatto, hanno deciso di aprirsi un blog personale. 
stampa la pagina

Commenti

  1. Sono dilettanti del web, il sito è pieno di contenuti spazzatura e nonostante lo sappiano incentivano i contenuti inutili, credo che sia stato creato solo per promuovere i siti partner che lanciano con i siti cugini, per il resto chiedono la divina commedia a 10 centesimi ma poi si accontentano di avere spazzatura....

    RispondiElimina
  2. Ottima recensione di Opinioni.it :-)

    RispondiElimina

Posta un commento