Esiste il fantasma nel Castello di Fontanellato?

Esiste il fantasma nel Castello di Fontanellato (PR)?
Una bambina dai capelli lunghi e neri. Chi è la misteriosa creatura?
Sulle tracce di una Little Lady della Corte di Pianura.

Un semplice effetto ottico o una possibilità che ci sia davvero il fantasma nella Rocca Sanvitale di Fontanellato?
Nella Sala da Pranzo – dove compare l'antico clavicembalo, il pianoforte dell'epoca – aleggia una leggenda: la suggestiva storia della piccola Maria Sanvitale, la nipotina dell'imperatrice Maria Luigia d'Austria (poi Duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla): la piccola visse anche nel Castello di Fontanellato insieme ai genitori Albertina e Luigi, e ai fratelli. La bambina che amava moltissimo disegnare e la musica morì all'età di 5 anni e mezzo. Era Maria Costanza Ercolana Sanvitale nata il 6 settembre 1936 e morta il 13 aprile 1842.
A qualcuno è parso di vedere la sagoma di una bambina di bianco vestita, dai capelli neri e lunghi. La piccola Maria? Maria Sanvitale, si sono domandate le guide del Museo?
"Anche alle guide alcuni fatti strani, negli anni, sono capitati – spiega Cinzia Comelli presidente di Cooperativa Parmigianino tra i gestori del Museo Rocca Sanvitale - ad esempio un forte scalpiccio di passi, ma le sale erano deserte; un tonfo sordo di qualcosa di molto pesante come se cadesse dall'alto, dal sottotetto del castello di notte, alla chiusura di un evento, quando era impossibile ci fossero ad esempio operai al lavoro; la sensazione di non essere soli in una sala vuota. Ma ce lo siamo sempre raccontato tra noi guide senza dare troppo peso ai fatti".

"Però, già negli scorsi anni – prosegue Comelli - alcune persone presentatesi come medium e sensitive hanno chiesto di fare sopralluoghi, anche di notte, a castello chiuso, senza i turisti. Ci dissero tutti, in momenti diversi, che in Rocca Sanvitale avvertivano presenze. In particolare, le sentivano forti al termine della Sala del Biliardo nell'angolo che porta alla Saletta con i cimeli di Maria Luigia, nel corrodoio delle Turcherie e nella Sala da Pranzo. C'è stato chi ha raccontato della percezione di un fatto tragico tra un uomo e una donna avvenuto nella sala quadrata a piano terra accanto a quella affrescata dal Parmigianino. Abbiamo sempre accolto i ghost hunters nelle loro ricerche perchè, se non si cercano i fantasmi in un castello, dove si avvistano?"
"Di solito, durante la visita guidata di un'ora e un quarto, non entriamo così tanto nel dettaglio delle biografie dei nobili Sanvitale che per oltre Cinquecento anni vissero in Rocca – aggiunge Chiara Mulattieri, referente dello staff del maniero – Solo nei tour a tema "Visite guidate alla ricerca del fantasma" raccontiamo la storia di Maria Costanza Sanvitale morta a 5 anni nè della sorellina Maria Ludovica Sanvitale anch'essa morta ad appena 1 anno, entrambe nipotine di Maria Luigia d'Austria. Non raccontiamo neppure il mistero del disegno di ignota mano che compare su una parete del Castello: il volto di una fanciulla. Certo, sappiamo dai documenti storici che Maria Sanvitale adorava disegnare, scriveva benissimo in francese come in italiano, e lo faceva pure bene".
Il tour alla Rocca Sanvitale diventa ancora più suggestivo! Ti aspettiamo alla scoperta del castello ancora circondato dall'acqua del fossato.


Ufficio Stampa Museo Rocca Sanvitale
ufficiostampamaffini@gmail.com
TW @fmfeye
Tutto ciò che è stato redatto è stato confermato, autorizzato e fornito da SocioCulturale coop. soc. onlus nell’ambito del progetto della nuova A.T.I. che gestisce il Museo Rocca Sanvitale di Fontanellato. Ogni dichiarazione è autorizzata alla pubblicazione.

Commenti