Gherado delle Notti, agli Uffizi

Dal 10 febbraio al 20 maggio 2015 presso gli Uffizi sarà proposta un'interessante mostra sui quadri del pittore olandese Gerard van Honthorst (1592-1656) che tuttavia lavorò molti anni in Italia e che per questo è più noto come Gherardo delle Notti.

volantino della mostra (ingrandibile)

Sue opere sono in diversi musei europei anche perchè ebbe committenze sia a Roma che a Firenze, ma ovviamente anche in Olanda. Nel suo paese d'origine aveva un'importante bottega ad Utrecht dove spesso gli arrivano richieste di diversi regnanti e principi.
Durante il suo soggiorno romano van Honthorst conobbe la pittura del Caravaggio e di altri artisti italiani. Fu chiamato Gherardo delle Notti perchè si compiaceva nel riprodurre soggetti un pò a lume di candela.
La rassegna fiorentina è comunque una buona occasione per conoscere l'arte di questo grande maestro.


Di seguito alcune opere visibili in occasione della mostra fiorentina.


foto (ingrandibili) ufficio stampa Civita

A Firenze i turisti potranno fra l'altro vedere tre pale d'altare provenienti da luoghi di culto in Italia: ovvero dalla chiesa di Sant’Anna di Genova (Santa Teresa incoronata da Cristo), da Santa Maria della Scala a Roma (Decollazione del Battista) ed infine dalla chiesa dei Cappuccini di Albano Laziale (Madonna in gloria con i Santi Francesco e Bonaventura).
°°°
Anche se Gherardo delle Notti non è celebre fra il grande pubblico come Vermeer sono certamente molti coloro che amano la pittura olandese e va comunque considerato che il citato artista fu operante alla vigilia della c.d. Golden Age.

Commenti