Ritorno di Fiamma - Daniel Chavarria - recensione


Il senso del titolo del libro... lo comprenderete solo dopo avere oltrepassato la metà... ossia quando il primo libro si chiude e si apre il secondo... pagine scritte da diversi punti di vista che offrono scenari nuovi alla storia avvincente e coinvolgente che vi trascinerà tra le spiagge e i quartieri dell'Avana in compagnia di personaggi non sempre raccomandabili e affidabili.

Chi è il protagonista del giallo? Tony, il bel pescatore determinato a lasciare l'isola regalando a sua madre un'esistenza diversa negli Stati Uniti e che per quanto sia duro e avvezzo alle truffe della vita si dimostra infine imperdonabilmente ingenuo? O forse Margaret, anche lei molto determinata nel raggiungere i suoi scopi, denaro, fama, bella vita... certo non una donna ingenua anche se, per quanto calcolatrice commetterà un grande errore di valutazione...


O forse protagonisti del giallo sono i sentimenti, il desiderio di arrivare, di cambiare, la determinazione, la volontà di essere forti, furbi, più furbi degli altri, spietati...disposti a tutto pur di raggiungere i propri obiettivi, anche a pagarli con il prezzo della vita... altrui...
Ma i sentimenti non si incastrano mai alla perfezione, e fidarsi è sempre un grave errore...
Un romanzo che si legge tutto di un fiato inseguendo il ritmo serrato delle storie in un ambiente narrativo a volte frammentario e difficile da collocare che suscita molto più l'effetto della sensazione che della mera descrizione.

stampa la pagina

Commenti