mercoledì 15 gennaio 2014

alla ricerca del ...peccato originale...

Fonti recenti di stampa riferiscono che nel 2013 sono stati ben numerosi i visitatori della "Cripta del Peccato Originale" ubicata a circa 10 chilometri di distanza da Matera, la città dei sassi. La grotta scoperta nel 1963 è uno degli esempi più interessanti di arte medievale nell'area mediterranea. In epoca longobarda o poco dopo la cripta fu frequentata da benedettini. Da qualche tempo questo luogo così interessante è gestito da Zetema e spesso si entra in gruppi prenotati.
Comunque il medioevo fu importante in Basilicata ed i visitatori informati vi trovano parecchie cose da vedere. A cominciare da luoghi come Venosa e Melfi che furono frequentati dai cavalieri normanni ed anche dall'imperatore Federico II. E proprio quest'ultimo nel 1231 emanò le c.d. Costituzioni di Melfi che comunque rappresentano uno dei documenti più importanti dell'intero medioevo.


A parte ciò specialmente in estate non mancano le occasioni per vedere qualcuna delle tante rappresentazioni storiche che vengono proposte in diversi luoghi della regione.
Se quindi vi capitasse di preferire il bel mare di Maratea o della costa jonica della Lucania, non dimenticate di fare qualche escursione in zone più interne.
Come accennato oltre ai Sassi di Matera c'è molto altro. Anche la natura è interessante (laghi di Monticchio, alcuni parchi intorno al Pollino, il Vulture ecc.). E magari può darsi che ci vogliate andare per una delle tante feste in occasione del prossimo carnevale. Volendo le occasioni si trovano sempre.
In particolare la Basilicata fu importante all'epoca dei normanni. Ed infatti i primi principi normanni sono proprio sepolti a Venosa.
Può essere un'idea per una prossima breve vacanza.

Nessun commento:

Posta un commento