venerdì 14 giugno 2013

La Cittadella di Alessandria ed i Savoia

Nei pressi di Alessandria è ubicata una delle più imponenti fortificazioni in Europa. Il complesso fu costruito nel XVII secolo dalla dinastia dei Savoia con l'intento di rafforzare le difese del Piemonte ed il loro ruolo come potenza. Alessandria era passata alla dinastia sabaudia nel 1713. Circa 80 anni Alessandria fu occupata dai francesi di Napoleone Bonaparte (la famosa battaglia di Marengo si svolse in zona) che seppero poi utilizzare la Cittadella per le loro esigenze. Ma la storia delle fortificazioni non finì qui e successivamente ci furono ulteriori rafforzamenti e miglioramenti. Più tardi gli apparati difensivi di Alessadria risultarono utili in occasione di altri eventi bellici, collegati anche al Risorgimento. Oggi le monumentali ed ampie fortificazioni suscitano ancora l'interesse di molti turisti. Pubblichiamo alcune foto (di Arpav 2012) per documentazione degli interessati, una delle foto è relativa ai sotterranei.











Regnanti della Dinastia Sabauda collegati alla storia della Cittadella di Alessandria: Vittorio Amedeo II (1675-1720 che affidò il primo incarico all'ingegnere Ignazio Bertola), Carlo Emanuele III (1730-1773), Vittorio Amedeo III (1773-1796), Carlo Emanuele IV (1796-1802), Vittorio Emanuele I (1802-1821),Carlo Felice (1821-1831),Carlo Alberto (1831-1849, che pose nella Cittadella il quartiere generale in una fase della prima guerra d'indipendenza), Vittorio Emanuele II (1849-1861).


moneta sabauda della fine del XVIII secolo


le fortificazioni e la memoria
(qui già prima del 1848 fu innalzato il tricolore

Nessun commento:

Posta un commento