lunedì 4 luglio 2011

Ponza e l'arcipelago


Talora per frequentare bei posti di mare non è poi necessario andare tanto lontano. E fra alcune possibilità una delle più interessanti è quella delle isole pontine al largo della costa laziale. Insomma semplicemente in provincia di Latina.
Il citato arcipelago si compone di alcune isole: Ponza, Ventotene, Palmarola, Zannone, Gavi e Santo Stefano. La più grande è l' isola di Ponza, ma anche Ventotene è abitata. Le altre sono soggette a diversi vincoli ambientali inclusa Zannone, non proprio piccolissima, che fa parte integrante del Parco nazionale del Circeo.
Queste isole furono comunque abitate anche nell'antichità remota e presto furono occupate dai romani. Infatti vi sono possono ammirare anche alcuni interessanti evidenze archeologiche ed i ritrovamenti di reperti nei fondali di Ponza e Ventotene non sono eventi del tutto straordinari.
Le isole nella loro storia furono spesso utilizzate come luogo di esilio per personaggi scomodi. E fra l'altro il santo protettore di Ponza è il papa Silverio che morì a Palmarola nell'anno 537 dopo che per beghe di stampo medievale fu esiliato in queste isole. In tempi più recenti furono confinati nell'arcipelago diversi antifascisti e per una strana combinazione -nell'agosto 1943- anche Benito Mussolini.
Comunque Ponza è articolata in alcune frazioni dove ci sono buone possibilità di sistemazione per i turisti.
La natura ed il mare sono ovviamente le grandi attrazioni di questa parte del Lazio.
Ma non sono da meno la gastronomia e le possibilità di divertirsi. Infine ci si arriva abbastanza facilmente imbarcandosi in uno dei porti del Lazio meridionale ovvero anche in qualcuno della Campania. Per chi si può permettere una barca: a Ponza, Ventotene e nella vicina costa laziale, non mancano poi i porti turistici.
°°
Nella foto sopra: un suggestivo angolo di Ponza

Nessun commento:

Posta un commento