Un angolo francese a Trinità dei Monti

In cima alla famosa scalinata di Roma c’è un esteso angolo di Francia che, salvo la chiesa, molti turisti conoscono solo esternamente. E si tratta di una situazione che si è creata qualche secolo fa per vicende talora complesse. Immediatamente alla fine della citata scalinata c’è ovviamente la bella chiesa della SS.Trinità dei Monti, ricca di opere d’arte e di dipinti come ad esempio quelli di Daniele da Volterra e degli Zuccari. Tale luogo di culto fu voluto dai regnanti francesi e tradizionalmente l’afferente titolo cardinalizio è affidato a porporati francesi (attualmente ne è titolare l’arcivescovo di Lione).

Da una scalinata attigua, solo in gruppi prenotati, si può accedere all’omonimo convento che all’inizio del XVI secolo fu affidato dai re di Francia ai Minimi francesi seguaci di San Francesco di Paola. Nel convento, attualmente in gestione ad un ordine di suore francofone, sono molto interessanti l’ampio chiostro parzialmente affrescato, il refettorio ed altri ambienti.
Confina infine con il citato convento la grande e bella Villa Medici che dal 1803 è sede dell’Accademia di Francia a Roma. Si può accedere ai giardini ed alcuni ambienti in orari stabiliti ed in gruppi guidati da collaboratori dell’Accademia. Sia dal convento che dalla villa si possono ammirare magnifici panorami della capitale.
°°
Nella foto il chiostro del convento
°°
approfondimenti: Villa Medici e convento Trinità dei Monti
stampa la pagina

Commenti