opinionando: Zelig canta Cuneo, e Cuneo ringrazia per l'attenzione

Una splendida Paola Cortellesi e il pelato più carismatico d'Italia, Claudio Bisio, meglio di Alycia Keys e Yay Z, del resto mica siamo a New York, siamo in Italia, nello specifico.. a Cuneo!

Spendida città del Piemonte, col sole di fronte, parlo di Cuneo... ti prende il corpo e la mente, non puoi farci niente, si tratta di Cuneo, Cuneo, Cuneo...





Grattacieli in bilico... beh l'unico grattacielo di Cuneo è un obrobioso mattone grigio (già decantato in altre occasioni da Beppe Grillo) che cade a pezzi alla prima folata di vento, costruito mi pare su un progetto russo (o forse bulgaro?) venduto su vasta scala a basso costo, e si vede....

Il centro storico invece c'è, bello e da visitare, anche se il valore del quartiere non giustifica la scalata immobiliare che l'ha reso praticamente inabitabile dalla gente comune a favore delle banche (molto più numerose delle panetterie) e di vari uffici. Anche i negozi "normali" stanno chiudendo, uno alla volta, ormai "il porticone" e vie limitrofe sono diventati proibitivi per chi vende verdure, affettati o giocattoli (sta chiudendo l'unico negozio di giochi rimasto nel quartiere) in compenso ci sono molte gioiellerie, boutique di cristalli pregiati, negozi di abiti e di scarpe alla moda, certo mangiarsi le suole è dura...
Se poi cercate qualche vetrina più folkloristica... qualcuna è rimasta (poche e stoiche), se non proprio all'angolo di via Saluzzo e di via Leutrum (nei pressi dei vigili urbani e della questura, oltre che del ghetto popolare dell'ex caserma), potete trovarle poche decine di metri oltre, nel cuore del quartiere rosso un tempo itinerario obbligatorio per le ronde di militari in libera uscita. Probabilmente le libere professioniste che oggi si possono ancora incrociare, sedute sui gradini delle loro bottegucce, sono le stesse che incontrò a suo tempo Totò nel suo peregrinare goliardico con i compagni d'arme...

Spendida città del Piemonte, col sole di fronte, vieni quì a Cuneo, c'è l'atmosera sabauda, c'è la bagna càuda, si tratta di Cuneo, Cuneo, Cuneo

Se vogliamo parlare di bagna càuda, allora Cuneo c'è. Nessuno si tira indietro di fronte al "fojòt", la terrina in terracotta con il lumino acceso nella parte inferiore che garantisce la temperatura costantemente bollente della supercalorica bagna càuda, cucinata rigorosamente a proprio piacimento (chi ci mette solo aglio, olio e acciughe, chi quintali di aglio, chi poco rinforzando con tanta panna, chi meno panna e più latte e qualche noce) e dove poter intingere cruditè di ogni tipo, peperoni arrostiti, patate bollite, uova sode e mozzarelle. Un appuntamento di questo tipo richiede un certo allenamento e il sostegno del buon vino locale, naturalmente. Un delirio culinario che può anche dare vita all'atmosfera sabauda...

Città del futuro, passato e presente...
Futuro, insomma... Già è difficile pensare al presente, figuriamoci al futuro. Cuneo è città tranquilla, culla borghese di anziani che vengono a svernare (chissà poi perchè visto il freddo che fa) in un quieto nido di pace e di ordine, una città con un basso tasso di delinquenza, per intenderci, seppure tra le più care d'Italia per fare la spesa. Una città tranquilla dove crescere i figli, certo, ma dove per mantenerli tocca fare i salti mortali. Una città dove, nonostante le premesse, c'è stato un sensibile ritorno al terzo figlio, probabile conseguenza all'aumento del costo dei biglietti di ingresso del cinema (in tv guardiamo solo zelig, naturalmente), tanto che per risistemare il bilancio comunale si è deciso di sostenere le spese scolastiche (mense ecc) delle famiglie con almeno 4 figli.


A Cuneo, ti puoi divertire di brutto, puoi fare di tutto....
ahhahahhahahha, questa "battuta" probabilmente è stata scritta dopo l'uscita  da uno dei tanti (e ottimi) ristoranti della zona  e aver constatato  che alle 11 di sera non c'era in giro un'anima viva...

Un pezzo strepitoso, grazie a Zelig, agli autori, agli ideatori e agli interpreti. Cuneo non può che ringraziare e sentirsi onorata di cotanta citazione mediatica.




opinionando: Zelig canta Cuneo, e Cuneo ringrazia per l'attenzione

Commenti