A Palermo e Monreale per un week-end ?


chiesa di San Cataldo


Nei mesi invernali il clima limita ovviamente chi vuole fare del turismo. In Italia c’è però il meridione che dalla Puglia alla Sicilia consente itinerari di grande fascino culturale anche in mesi come dicembre, gennaio e febbraio..
A parte i temi dell’arte barocca, ottime possibilità ci sono per chi intende approcciarsi ai monumenti di epoca medievale. Diverse sono ad esempio le evidenze di una grande epoca come quella dell’imperatore Federico II.  Ma a queste, almeno in Sicilia, si aggiungono altri temi di grandissimo interesse. Ed uno di questi è l’arte c.d. “arabo-normanna” che è in gran parte riconducibile alla dinastia normanna degli Altavilla.
Da quasi tutte le parti d’Italia con un aereo si arriva facilmente all’aeroporto palermitano di Punta Raisi per un primo ma significativo contatto con un contesto culturale che ha delle sue peculiarità e che suscita comunque grandi suggestioni. Altresì gli hotel si trovano facilmente magari tramite un web.. Nel caso potete pernottare anche nei pressi della spiaggia di Mondello (ben collegata con il centro storico).


La gastronomia ed i colori sono poi di grande interesse. Infine il cappotto non è strettamente necessario per chi non ama girare la sera tardi.  Insomma è una "cosa" fattibile e magari simpatica da diversi punti di vista. Molte cose si raggiungono a piedi se si ha l'avvertenza di trovare un hotel in una zona centrale (i prezzi sono in genere abbordabili se non si vuole strafare). Per arrivare a Monreale si può utilizzare anche l'autobus e per il "fast food" Palermo ha antichissime tradizioni. Le c.d. "friggitorie" esistono ben prima di certe catene americane e vi si trovano sempre le tipiche panelle (fritelle di farina di ceci), melanzane fritte, arancini, pesciolini e calamari già cucinati, crocchette di patate, timballi, lo sfincione ecc.. Ci sono poi ovviamente i dolci a cominciare dai cannoli...Insomma gli ingredienti per un bel week-end ci sono proprio tutti..
Per approfondimenti sui temi più specifici, vedasi: Palermo e Monreale nel medioevo.
Anticipiamo comunque che in queste due località ma anche a Palermo ci sono bellissimi mosaici. E cambiando epoche, si vedono anche valide opere in stucco (vi operò Giacomo Serpotta) ed infine interessanti esempi dello stile liberty di cui Ernesto Basile fu un grande protagonista.

mosaici in Palazzo dei Normanni
Non distante dal citato palazzo la chiesa notevole di San Giovanni degli Eremiti

particolare nella chiesa di San Francesco


una visuale parziale della Fontana Pretoria
°°
Comunque volendo da Palermo si raggiunge con un trenino quasi urbano anche la Bagheria di Guttuso e del regista Tornatore (molti ricorderanno il suo ultimo film "Baarìa")....
stampa la pagina

Commenti

  1. Ottima ed esaustiva indicazione turistica di grande rilievo. I mei complimentio, da palermitano.

    Grazie della visita nel mio blog
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per avere apprezzato il blog e l'articolo di Alessandro

    RispondiElimina

Posta un commento